Caccia alle uova (di quaglia!)

Caccia alle uova (di quaglia!)
Portata
Cena
Inviata da
Inviata il
Tempo di preparazione
20 minuti
Tempo di cottura
15 minuti
Difficoltà
facile
Per
1 persone
3 affettata
Uova di quaglia

 

No votes yet.
Please wait...

Polpette di vitella in panatura di pistacchi con sorpresa di Uova di quaglia, su crema di piselli con nidi di cipolla di Tropea in agrodolce, e petali di speck croccante.

 INGREDIENTI

Per le polpette:
3 uova di quaglia
120 grammi di macinato scelto di Vitella
3 uova di quaglia
1 cucchiaio di parmigiano
1 cucchiaio di pan grattato
1 cucchiaino di prezzemolo tritato fine
1 uovo di gallina
pan grattato per la panatura qb
pistacchi tritati per la panatura qb
1 uovo di gallina per la panatura
sale qb
pepe qb
olio di semi di arachide qb

Per la crema di piselli con speck croccante:
120 grammi di piselli (io ho usato quelli in barattolo di vetro, già cotti)
1 scalogno piccolo
2 fettine di speck tagliate sottili
2 cucchiai di brodo vegetale, preparato in precedenza
olio EVO qb
sale qb
pepe qb

Per i nidi di cipolle:
1 cipolla di Tropea piccola
1 cucchiaino di zucchero bianco
sale qb
olio EVO qb

 

  1. PROCEDIMENTO Per prima cosa mi sono occupata della base del piatto, ovvero della crema di piselli. Ho soffritto un piccolo scalogno e aggiunto i piselli. I miei erano già cotti, quindi li ho lasciati insaporire con sape e pepe e li ho lasciati andare, a fuoco medio –basso, solo per 10 minuti. A metà cottura ho aggiunto i due cucchiai di brodo, e abbassato il fuoco, per non farli asciugare troppo. Ho aggiustato di sale e frullato con il mixer. Dopo, mi sono occupata di tagliare la cipolla a rondelle sottili, stando attenta a mantenere la forma originaria per poter comporre poi i nidi. Le ho cotte in un giro olio EVO, aggiunto un po’ di sale, e dopo qualche minuto il cucchiaino di zucchero bianco. Dopo di che, ho messo il coperchio e cotto per 5 minuti (se cuociono troppo si scuriscono! E’ importante che mantengano il colore vivo). Appena pronte, le ho tolte dal fuoco e messe da parte. Poi mi sono occupata delle uova di quaglia: Le ho fatte rassodare in acqua bollente sul fuoco per 3 minuti precisi. Le ho scolate, e fatte raffreddare sotto l’ acqua corrente. Le ho sgusciate e tenute da parte. Infine, ho preparato le polpette di carne, mischiando macinato scelto, sale, parmigiano, pan grattato, uovo di gallina per amalgamare, prezzemolo per insaporire.. e con l’ impasto ho avvolto le uova di quaglia, e formato delle palline (a me non sono venute molto piccole, ma era la primissima volta che le facevo.. sarebbero ancora più carine, in formato mignon!) Le ho passate nell’ uovo, poi nella panatura formata da 50% di pane grattato e 50% di trito di pistacchi. Io ho eseguito una doppia panatura, per paura che le uova.. fuggissero J Poi, è stato il momento della frittura! In un pentolino ho versato abbondante olio di semi di arachide (in quantità tale da ricoprire completamente le polpette) e dopo qualche minuto ho fatto la prova della briciola di pane per testare la temperatura. A olio bollente, è stato il momento di tuffare, una per una, le mie palline! Le ho girate di tanto in tanto con un cucchiaio e, quando pronte, stese su un foglio di carta paglia. A cottura ultimata, ho assemblato il piatto: un velo di crema di piselli, i nidi di cipolla di Tropea in agrodolce dove ho adagiato le polpette di uova di quaglia, i petali di speck croccante e, come ultimo tocco, una spolverizzata di pistacchio tritato su ogni polpetta, a richiamare la panatura. E adesso, caccia alle uova!!!!! Sara Genchi - 328/ 64 89 026

Partecipa alla discussione, commenta per primo!

Devi effettuare il login per inserire un commento.